Showing 4 comments

  1. I dati riportati nella foto dei risultati, sono stati rilevati durante un corso di guida economica svolto a Settembre 2014. Durante il secondo giro, abbiamo incontrato situazioni di traffico estremamente penalizzanti rispetto al primo giro, ottenendo ugualmente:
    1. un miglioramento dello stile di guida a fronte di un grado di difficoltà maggiore
    2. un aumento della velocità media in situazioni di traffico maggiore
    3. una riduzione importante del consumo di carburante anche andando più forte.

  2. I valori che ha fornito Yuri Malavasi non lasciano dubbi sull’utilità dei corsi di guida economica e questo, anche se risulti apparentemente ovvio, penso sia utile sottolinearlo. Di più. Ogni autista è solitamente convinto di fare bene il proprio lavoro e in buona sostanza è così. Peccato che anche gli ottimi livelli di professionalità degli autisti di autobus siano tali dal punto di vista della capacità generale di controllo del mezzo, del livello di responsabilità attiva nei confronti dei passeggeri trasportati, del grado di sicurezza e di comfort che riescono a garantire grazie al loro stile di guida. Quello che invece spesso passa in second’ordine (o a cui proprio non ci si pensa) è il controllo del piede sull’acceleratore, vuoi per abitudine o più spesso per la necessità di “stare nei tempi”. Ben vengano quindi i corsi di ‘guida economica’ e già che ci siamo, anche quelli di ‘guida sicura’.

  3. Fondamentale quando si tratta di passaggio alle motorizzazioni Euro6: il rendimento dei nuovi motori é lungi dall’essere ottimizzato da uno stile di guida “classico”, ovvero opportuno sino all’ultimo Euro5 EEV di precedente generazione. Le potenzialità di risparmio dei nuovi autobus EvoBus BlueTec6 possono essere sfruttate unicamente modificando il proprio stile di guida al diverso comportamento del propulsore. I risultati sono sorprendenti!

  4. Lo stile di guida che viene illustrato durante i corsi di guida economica è utilizzabile su tutti i veicoli (automobili, autobus e Truck). I risultati in termini di redditività e prestazioni dipendono poi dal tipo di tecnologia che adotta il mezzo che conduciamo. Con l’avvento delle nuove motorizzazioni euro 6 ,coadiuvate da un elettronica sempre più evoluta, solo utilizzando al meglio i nuovi sistemi possiamo ottenere risultati come quelli dimostrati. Per questo motivo, come già sottolineato da Marino Ginanneschi, attraverso la formazione dei conducenti è possibile migliorare notevolmente la redditività.

Leave a Comment