Abbiamo chiesto a Paride Bonvini, responsabile Bus World Home EvoBus di Milano Besnate, di raccontarci, in questi mesi di emergenza polveri sottili e blocco del traffico nelle aree metropolitane, le principali novità green con cui la nostra filiale lombarda affronta questo 2020.

La sede EvoBus di Besnate ha concluso con zero non conformità l’audit di rinnovo delle certificazioni ISO 9001 per la Qualità e ISO 14001 per l’Ambiente (puoi approfondire qui), ci sono altre novità in arrivo?
L’attenzione all’ambiente non è mai un traguardo conseguito, ma è un modo di operare, un’attitudine nelle scelte che accompagna tutte le politiche di sviluppo di un’azienda.
Il nostro Bus World Home ha da tempo accolto e fatto proprie le indicazioni e i valori di sostenibilità promossi sia da Daimler, sia dai nostri principali clienti.

Ormai, anche da parte dei clienti è in atto un deciso rinnovamento dei parchi macchine, con la progressiva sostituzione degli autobus diesel con bus a motore euro 6 di ultima generazione e molte aziende di trasporto pubblico stanno puntando anche ad un’importante elettrificazione dei veicoli.
Noi siamo ben lieti di metterci al servizio di questa trasformazione green; ad esempio, a Milano ormai da anni il nostro Bus World Home gestisce il full service per 3 bus Idrogeno e due full Hybrid che sono veicoli pionieri di queste tecnologie.

All’interno dell’officina, quali modifiche avete implementato a favore della sostenibilità?
Oltre a supportare le scelte virtuose dei clienti, il Bus World Home ha concluso un ciclo di rinnovamento interno orientato alla riduzione del consumo di energia elettrica e all’aggiornamento del proprio parco mezzi.
Ad esempio, è stata sostituita tutta l’illuminazione dell’officina, del magazzino e degli uffici, passando dalle vecchie luci a fluorescenza ai più moderni ed ecologici LED.
Già alla fine del 2018 avevamo provveduto a sostituire le due macchine per l’aria compressa con dispositivi più efficienti e nel 2019 siamo intervenuti su tutto l’impianto per il riscaldamento/condizionamento degli uffici, aggiungendo un controllo domotico della temperatura per evitare sprechi.

Avete anche messo in servizio un nuovo furgone per l’assistenza OMNIplus H24.
Sì, l’investimento più recente è stato dedicato a rinnovare il mezzo d’intervento con un nuovo furgone del service, con una più moderna motorizzazione euro 6. Lo abbiamo attrezzato con tutto l’occorrente per interventi rapidi ed efficaci e anche nella grafica del mezzo abbiamo introdotto qualche novità.
Il nuovo furgone, infatti, ha rappresentato anche l’occasione per presentare il nuovo logo OMNIplus e per portarlo sulle strade del nostro territorio. (guarda questo filmato)

Chi, tra i collaboratori, ha seguito la progettazione e la realizzazione di questi interventi?
Tutti condividiamo lo spirito con cui stiamo rinnovando la filiale e siamo coinvolti nel processo.
Sicuramente Mattia Barbiero ha seguito in prima persona gli aggiornamenti del Bus World Home in fase di progettazione, trattativa, ordine e realizzazione.
E’ stato per lui un anno particolarmente intenso, in quanto è anche il nostro incaricato per eShop nel gruppo della vendita ricambi.

Se la sostenibilità non è un traguardo, ma un impegno continuo, quali saranno le prossime sfide?
Le prossime sfide saranno quelle di ridurre anche i consumi di gas metano per il riscaldamento dell’officina e del magazzino… e perché no, poter cominciare a lavorare sul nuovo eCitaro in prova in questi giorni e in primavera nel capoluogo lombardo.
Inoltre, abbiamo costantemente audit periodici da superare per mantenere le nostre certificazioni, tra cui quella ambientale ISO 14000 conseguita con il TUW tedesco. Ci teniamo a fare sempre ottima figura e a vedere attestati e riconosciuti i risultati del nostro impegno.

Grazie a Paride Bonvini  per questa condivisione.

Nuovo furgone OMNIplus Besnate Nuovo furgone OMNIplus Besnate

 

Clicca per votare questo post!
[Total: 0 Average: 0]