GIUGNO 2022 – Il “be a mover” talk con Jörg Howe è un format di intervista in cui intervengono gli ospiti che fanno la differenza per il mondo.
In occasione delle giornate dedicate alla mobilità elettrica presso la Daimler Buses di Mannheim, Jörg Howe, responsabile della comunicazione globale di Daimler Truck AG, ha parlato con Till Oberwörder, responsabile Daimler Buses, del futuro del settore degli autobus dopo la pandemia. I due si sono incontrati a bordo di un eCitaro autosnodato.
Le persone che vivono in città hanno bisogno di bassa rumorosità e basse emissioni e noi lo vediamo dalla rapidità con la quale aumenta la domanda di autobus elettrici – afferma Till Oberwörder.
Il passaggio a sistemi di propulsione alternativi è stato il tema principale della chiacchierata. Daimler Buses punta sulla strategia dual track con trazione elettrica alimentata da batterie, celle a combustibile o entrambe. Entro il 2030 gran parte della gamma sarà convertita in questi tipi di trazione.
I flussi di traffico, le temperature, la topografia, le infrastrutture e l’attrezzatura dell’officina sono tra i fattori più importanti che prendiamo in considerazione, insieme ai nostri clienti, quando passiamo a sistemi di trazione alternativi – prosegue Till Oberwörder, parlando di un “sistema elettrico” – Per supportare i nostri clienti nel passaggio a sistemi di propulsione alternativi in alcuni casi lavoriamo anche alla ristrutturazione del deposito.

Un altro punto trattato è stato il mercato USA Daimler Buses. Con la nuova gamma Mercedes-Benz Tourrider, disponibile sia in versione Business che Premium Coach, ci siamo adattati al mercato regionale, con telai in acciaio legato, dimensioni dei veicoli adattate e allestimenti interni. Con questo approccio Daimler Buses prevede di raggiungere quota 15-20% del mercato statunitense.
Abbiamo ascoltato e ora più che mai capito le esigenze del mercato americano – conclude Oberwörder.

Il decennio dell'autobus

Oltre all’Europa e al Nord America, Daimler Buses rafforza anche il suo impegno per la mobilità elettrica in Sud America. Quest’anno per il mercato sudamericano sarà presentato un telaio di nuova concezione, sviluppato in stretta collaborazione con i clienti in loco.
– Anche in America Latina c’è un chiaro movimento verso l’elettromobilità. Si tratta di un mercato particolarmente importante per noi.

L’aumento dei prezzi delle materie prime è stato un argomento di discussione. Per Till Oberwörder è un lavoro da equilibrista. Da un lato l’azienda deve trasmettere prezzi di acquisto più elevati anche ai propri clienti, dall’altro si cerca di tenere il più possibile conto della situazione ancora tesa in cui si trovano.
Per noi si tratta di una linea sottile tra il rapido aumento dei prezzi delle materie prime e un mercato in fase di ripresa. A tal proposito parliamo molto con i singoli clienti.
Till Oberwörder si dice nel complesso ottimista davanti a Jörg Howe per quanto riguarda il settore autobus. Il mercato non si è ancora ripreso, ma è sulla buona strada. Inoltre l’autobus, sia nel trasporto a corto raggio in ambito urbano, sia nelle tratte extraurbane e a lungo raggio, acquista una nuova immagine, soprattutto grazie all’ottimo bilancio climatico misurato in chilometri-passeggero.
Abbiamo prodotti veramente sostenibili. L’autobus consuma meno energia pro capite, oggi come domani – conclude Oberwörder.

Qui sotto il video dell’intervista, sottotitolato in inglese

 
Clicca per votare questo post!
[Total: 0 Average: 0]