OTTOBRE 2020 – Gustav Tuschen, responsabile sviluppo di Daimler Buses, spiega perché in futuro saranno disponibili diversi tipi di batterie per l’eCitaro e illustra le caratteristiche speciali della nuova batteria allo stato solido.

Signor Tuschen, perché sta puntando su tecnologie nuove e avanzate per le batterie a soli due anni dalla presentazione in anteprima mondiale dell’eCitaro?
Vogliamo fornire alle aziende di trasporto sempre la migliore tecnologia possibile. Lo sviluppo delle batterie sta progredendo molto rapidamente e i nostri clienti devono poter trarre vantaggio da questa evoluzione tecnologica. Mettiamo le carte in tavola: già due anni fa abbiamo delineato i passi che dobbiamo compiere ora.

Che cosa rende la prossima generazione di batterie dell’eCitaro diversa dalla prima generazione?
Stiamo parlando della seconda generazione di batterie NMC, o celle all’ossido di litio, nichel, manganese e cobalto. La loro capacità energetica sta ora aumentando di circa un terzo, da 24 a 33 kWh per modulo. Pertanto, la capacità energetica massima di 292 kWh dell’autobus passerà ad essere di 396 kWh. Questo enorme progresso porterà di conseguenza ad una maggiore autonomia. Inoltre, poiché sia la forma geometrica che i collegamenti sono identici, le aziende di trasporto potranno anche eseguire un “upgrade” degli eCitaro in uso, se necessario, e aumentarne ulteriormente le prestazioni.

La seconda novità riguarda la batteria allo stato solido. Quali sono le sue peculiarità?
Con la batteria allo stato solido diamo il via ad una rivoluzione tecnologica e ci posizioniamo come leader in questo campo nel settore degli autobus. I nostri clienti beneficiano di una tecnologia unica nel suo genere. La densità energetica è significativamente più alta e la durata è più lunga. Infine, ma non meno importante, le batterie allo stato solido funzionano a circa 80 gradi Celsius. Questa temperatura viene mantenuta durante la marcia grazie alla conversione di energia della scarica. Il raffreddamento delle batterie non è quindi più necessario. Infine, le batterie allo stato solido sono prive di nichel, manganese e cobalto.

In cosa consiste esattamente una batteria allo stato solido?
A differenza delle batterie a ioni di litio con tecnologia NMC, le batterie allo stato solido sono batterie ai polimeri di litio in cui l’elettrolita è presente in forma solida, da cui il termine “allo stato solido”. Gli elettrodi della batteria sono costituiti da grafite con litio puro e litio-ferro-fosfato.

Se questa batteria ha proprietà così eccezionali, perché puntate su due percorsi tecnologici e non su una sola tecnologia delle batterie?
La batteria allo stato solido, seppur eccezionale, non è una batteria ideale per tutti i veicoli. La batteria allo stato solido ha una capacità di carica rapida molto limitata. Pertanto, nei casi in cui sono richieste ricariche intermedie, ad esempio tramite pantografo lungo il tragitto o durante le pause in deposito, le batterie NMC sono la scelta migliore. Ecco perché offriamo entrambi i tipi, di modo che i nostri clienti abbiano la possibilità di scegliere.

Leggi l’articolo anche sul sito Mercedes-Benz.

Confronto batterie
Clicca per votare questo post!
[Total: 0 Average: 0]