OTTOBRE 2021 – Il nuovo Tourrider è realizzato espressamente per il mercato Nordamericano. Dotati di tre assi e pianale rialzato, le due versioni Tourrider Business e Tourrider Premium presentano una lunghezza di 45 ft/13,72 m (con paraurti ad assorbimento: 45,8 ft/13,92 m). Per parafrasare la terminologia di un altro settore del trasporto, il Tourrider Business è l’autobus da turismo di livello superiore che rappresenta la Business Class del segmento. Il Tourrider Premium è invece un autobus da turismo di lusso che esprime tutti i contenuti di una First Class.

Già da lontano è facile riconoscere nel nuovo Tourrider i tratti che caratterizzano i modelli Mercedes-Benz. Tipica del marchio è la cornice cromata che integra la griglia con la Stella centrale e la cui linea orizzontale prosegue fino a raccogliere i fari. Uno stilema, questo, che non casualmente ricorda la leggendaria Mercedes-Benz 300 SL, la vettura sportiva con porte ad ali di gabbiano. Diverse sono le soluzioni adottate da questo autobus da turismo per i fari: nonostante il corpo esterno identico, il Tourrider Business utilizza fari a LED a struttura singola. Il Tourrider Premium, invece, utilizza fari integrali a LED progettati esclusivamente per questo modello. La parte posteriore del Tourrider Premium è contraddistinta dal lunotto trapezoidale tipico del marchio in cui è integrata la Stella Mercedes. Al posto del cristallo, nel Tourrider Business viene integrata una placca di colore nero a V. Le lamelle che contraddistinguono la sua superficie sono un tributo alle Muscle Cars americane del passato. Il nuovo Tourrider, però, sa coniugare sapientemente doti estetiche e soluzioni funzionali: dal frontale alla parte posteriore, infatti, le linee presentano caratteristiche aerodinamiche ottimali per ridurre il consumo di carburante.

Anteprima Mercedes-Benz Tourrider

All’interno i passeggeri approfittano dei generosi spazi, soprattutto nel Tourrider Premium con il suo vano passeggeri rialzato di 2,36 pollici (6,0 cm) rispetto al Tourrider Business. Nel Tourrider ognuno è il benvenuto. Per questa ragione su richiesta è disponibile lo spazio per due sedie a rotelle. Il dispositivo automatico di sollevamento è facile da azionare e posizionandosi sopra l’asse motore non costituisce alcun ingombro.
Il vano passeggeri può trasformarsi in un’oasi da sogno: il Tourrider Premium offre infatti a richiesta l’affascinante tetto in cristallo Top Sky Panorama. Quando si è in marcia nelle ore serali o notturne l’illuminazione di atmosfera, disponibile a richiesta, fa sentire tutto il suo fascino, con le strisce a LED collocate a sinistra e a destra sotto i ripiani portapacchi e sotto la linea di cintura dei finestrini.
I sedili del Tourrider sono realizzati dalla Casa: aspetto, questo, forse meno sorprendente visto che parliamo del più grande produttore di sedili per autobus in Europa. A richiesta i passeggeri possono trovare tra i sedili doppi una doppia porta USB e/o delle prese da 110 Volt per ricaricare i dispositivi elettronici.
I progettisti hanno messo particolare attenzione nella realizzazione del sistema di riscaldamento e climatizzazione del Tourrider. Una piacevole freschezza anche in presenza di elevate temperature esterna offre l’efficace climatizzatore integrato della Eberspächer/Sütrak con una potenza di 35 kW. Ad esso si aggiunge il sistema di climatizzazione separato per il sedile lato guida con una potenza di 9 kW.

Anteprima Mercedes-Benz Tourrider

Il Tourrider Business convince con la sua plancia Basic Plus, dinamica e funzionale, mentre nel Tourrider Premium viene adottata la plancia Comfort Plus, che oltre alla funzionalità evidenzia il suo carattere raffinato. Entrambe sono configurate secondo principi ergonomici ed offrono una quantità di funzioni pratiche e innovative, pur distinguendosi per design, configurazione e allestimento. Molte sono le funzioni che supportano il conducente nel proprio lavoro. A sinistra il conducente trova il pomello del freno di stazionamento elettronico di serie, che combina praticità e sicurezza elevata. Un’altra pratica soluzione è rappresentata dai portelloni del vano bagagli collocati sui lati sinistro e destro e dotati di sistema di bloccaggio separato tramite interruttore. Sul display della plancia un indicatore segnala se i portelloni sono aperti.

Mercedes-Benz e la sicurezza – due concetti inscindibili. La presenza di innovativi sistemi di sicurezza che contribuiscono a evitare incidenti è tra i punti di forza del marchio Mercedes-Benz e del Tourrider. Una perfetta visuale su tutti i lati durante le manovre e quando si tratta di attraversare spazi angusti è offerta dal sistema di telecamere a 360°. Anabbaglianti e abbaglianti utilizzano la luminosità esemplare offerta dai fari a LED. Con le docking lights di serie il Tourrider aiuta i conducenti anche nelle manovre in retromarcia in condizioni di oscurità. Tra i nuovi, straordinari equipaggiamenti di sicurezza del Tourrider si annoverano anche il sistema di assistenza alla svolta Sideguard Assist con tecnologia radar e riconoscimento dei pedoni, disponibile a richiesta. Il Tourrider è anche il primo autobus da turismo a essere dotato dello straordinario sistema di assistenza alla frenata di emergenza Active Brake Assist 5 – ABA 5 – con riconoscimento dei pedoni, di serie su entrambi i modelli. Una funzione supplementare dell’Active Brake Assist 5 è il TEMPOMAT con regolazione della distanza con tecnologia radar, disponibile di serie sul Tourrider Premium. Il sistema riduce l’affaticamento del conducente sulle superstrade e sulle autostrade. L’ATTENTION ASSIST (ATAS) disponibile a richiesta avvisa il conducente mediante segnali visivi ed acustici nel caso in cui vengano rilevati i tipici segni di affaticamento e distrazione, indicando la necessità di effettuare una pausa. Al livello di attenzione è legato anche un altro sistema di assistenza del Tourrider: grazie al sistema di telecamere collocato dietro al parabrezza, il sistema antisbandamento di serie riconosce se il veicolo abbandona involontariamente la linea indicante la corsia di marcia. Non appena il veicolo oltrepassa le linee di demarcazione, il conducente viene avvisato attraverso una forte vibrazione sul lato interessato del piano di seduta del sedile dell’autista.

Anteprima Mercedes-Benz Tourrider

Il cuore del sistema di propulsione è costituito dal collaudatissimo motore a sei cilindri in linea Mercedes-Benz OM 471, che tra gli autobus da turismo del Nordamerica viene utilizzato in esclusiva sul Tourrider. Con una cilindrata di 12,8 l il propulsore eroga 450 HP (336 kW) raggiungendo una coppia massima di 1550 lbft (2300 Nm). Prestazioni elevate che raggiunge grazie alle diverse soluzioni tecnologiche adottate, come l’iniezione diretta common-rail con X-Pulse, il sistema che consente di regolare l’iniezione ad alta pressione in modo straordinariamente flessibile, il raffreddamento dell’aria di sovralimentazione, il sistema di ricircolo dei gas di scarico e la tecnologia SCR. Il motore convince per l’efficienza di utilizzo del carburante, la brillantezza in fase di spunto, l’elevato comfort e l’affidabilità. La trasmissione della forza è affidata al cambio automatico con convertitore Allison WTB 500R.

Leggi anche l’articolo sul sito Mercedes-Benz.

 
Clicca per votare questo post!
[Total: 0 Average: 0]