NOVEMBRE 2019 – L’autobus e i grandi viaggi. Anche l’autobus stuzzica lo spirito di avventura che è in tutti noi e ci può portare molto lontano.
Nell’estate 2019, quando il mondo festeggiava i 50 anni dalla conquista della luna, un Setra 415 HD con un allegro gruppo di passeggeri a bordo e due autisti “con il sorriso” approdava nei paesaggi quasi lunari della Cappadocia…
La Città dell’Autobus ha chiesto a Francesco Tentella, socio titolare di Autolinee Virgilio, di raccontarci il viaggio di Autolinee Virgilio in Grecia e Turchia che lo scorso agosto 2019 ha condotto per 14 giorni un gruppo di viaggiatori in un gran tour da 6.000 chilometri sulle tracce dell’Iliade.
Dalle Meteore della Tessaglia, alle moschee di Istanbul, alle suggestioni della Cappadocia e dell’agorà di Atene.

Francesco Tentella, come è finito con un Setra in terra turca?
Eh sì, è davvero una rarità avvistare una targa italiana nella Turchia asiatica. Eppure noi quest’estate, in un viaggio di 6.000 chilometri – effettuato in traghetto fino in Grecia e poi sempre via terra in bus – eravamo là, immersi nel paesaggio lunare della Cappadocia, circondati da mongolfiere, senza fiato davanti alle piscine delle Terme di Pamukkale… Abbiamo portato un Setra sulla luna, o meglio, è stato il nostro glorioso Setra 415 HD TopClass che ci ha portato in sicurezza, e come sempre senza battere ciglio, dall’Europa all’Asia.

Ad Autolinee Virgilio piacciono i viaggi a lunghissimo raggio allora…
Tutti gli anni, nei periodi di vacanza – capodanno, ferragosto – organizziamo qualche viaggio speciale. Abbiamo passeggeri fidelizzati che amano questa formula – cui si aggiunge sempre qualche nuovo compagno di viaggio – e collaboriamo da tempo con l’agenzia C.M. Viaggi di Macerata, un’agenzia storica della città che si occupa di turismo da 40 anni e che organizza queste esperienze di viaggio insieme a noi.

Chi era al volante?
Eravamo 2 autisti: io e il mio collega Michele Erbucci. A turno, uno era al volante e l’altro fungeva da accompagnatore per intrattenere il gruppo e seguire l’organizzazione logistica e operativa del viaggio.
Eravamo supportati da una guida locale e,  fra i passeggeri, c’era anche Francesco, un ragazzo di vent’anni che in autunno è entrato in azienda come driver, ma prima ha voluto fare quest’esperienza “da passeggero” con noi.

Qual è la filosofia con cui realizzate questi lunghi viaggi?
Dunque… il claim della nostra azienda è “Il sorriso ci unisce” e non è soltanto uno slogan. Lo abbiamo scelto perché Monte San Giusto, la città in cui abbiamo sede operativa e che ospita il festival della Clown & Clown, è definita “la città del Sorriso”, ma anche perché questa frase rispecchia il nostro modo di intendere il viaggio.
In un viaggio di 6.000 chilometri, ad esempio, a bordo si convive circa 70 ore che sono tantissime e che rappresentano una parte significativa dell’esperienza di viaggio, oltre alle mete da visitare. Noi ci impegniamo perché quelle 70 ore trascorrano piacevolmente e affinché a bordo si costituisca un gruppo affiatato.
Per questo scegliamo autobus confortevoli per i passeggeri e ci impegniamo a intrattenerli con una serie di proposte e attività. Niente wi-fi, l’invito è a socializzare: organizziamo karaoke, quiz a punti durante la settimana, visione di video e documentari sulle attrazioni che stiamo per visitare, discoteca, gara di barzellette e riusciamo perfino a giocare a palla tra le poltrone…

Qual è l’età media dei passeggeri?
Intorno ai 60 anni, ma anche un paio di ventenni e, ci tengo a dirlo, in questo viaggio era presente anche una passeggera disabile che, nonostante le difficoltà del viaggio, ha goduto pienamente dell’esperienza.

E il vostro glorioso Setra si è rivelato all’altezza di un viaggio così impegnativo?
Nessun problema, come pure nei viaggi precedenti. Non è un autobus nuovo, lo abbiamo dal 2012 e abbiamo finito di pagare il leasing l’anno scorso, ma siamo contentissimi.
Quando scegliamo un autobus pensiamo molto al comfort dei passeggeri, preferiamo mezzi anche con meno capienza, ma con spazio individuale.
All’inizio ero preoccupato per il bagagliaio, perché il nostro è un modello HD, ribassato… ma organizzando bene il carico, siamo riusciti a farci stare tutto: i bagagli dei passeggeri per 15 giorni, una sedia a rotelle, acqua per tutti, pezzi di ricambio e prodotti per la pulizia del pullman.

Qualche consiglio per chi volesse organizzare un viaggio simile al vostro?
Ero partito per la Turchia con molto timore, invece ho trovato una nazione davvero accogliente sia dal punto di vista turistico, sia per l’ospitalità delle persone.
In Turchia la rete ferroviaria è poco sviluppata e anche le lunghe distanze sono coperte in autobus da ditte private, perciò tutto è a misura di autobus: strade a 4 corsie, stazioni di servizio grandi dieci volte le nostre, in cui alla sosta gli addetti lavano l’autobus gratuitamente, nessun problema di sicurezza, nemmeno nei parcheggi notturni…
Nonostante questo in Turchia non abbiamo visto circolare autobus europei, solo traffico locale, e alla frontiera non abbiamo fatto fila.
Gli autobus Mercedes la fanno da padroni perché vengono prodotti all’interno della nazione; Travego e Tourismo, e tutti Euro 6.
E’ un viaggio che mi sento di consigliare, magari impiegando una guida locale per i problemi di lingua. La conoscenza della lingua inglese, infatti, non è molto diffusa.

Autolinee Virgilio è un’attiva azienda marchigiana, nata nel 2015 dalle autolinee SAM di Montegranaro. Oggi guidata da 3 soci: Giacomo Virgili, Edoardo Animiani e Francesco Tentella. Con una flotta di 11 autobus, effettua servizi di noleggio e serve linee regionali.
Per saperne di più, visita il sito dell’azienda.

Grazie ad Francesco Tentella per l’interessante racconto e per le foto condivise.
Vuoi leggere di un altro grande viaggio? A Capo Nord con Savino Autonoleggi.

In Turchia con Setra e Virgilio 2019

Il percorso di viaggio

In Turchia con Setra e Virgilio 2019

Francesco Tentella, al volante e all’animazione.

In Turchia con Setra e Virgilio 2019

Michele Erbucci, driver e animatore.

In Turchia con Setra e Virgilio 2019

Una discoteca… a bordo Setra.

In Turchia con Setra e Virgilio 2019

Bagagliaio perfettamente ottimizzato.

In Turchia con Setra e Virgilio 2019

In Turchia con Setra e Virgilio 2019

Clicca per votare questo post!
[Total: 0 Average: 0]