Sono stati due giorni intensi, salutati dal sole di ottobre, quelli che hanno visto EvoBus fra i protagonisti di IBE Driving Experience al Misano World Circuit Marco Simoncelli.
Si è trattato di un evento emozionale dedicato agli autisti, organizzato l’8 e il 9 ottobre 2019 da Italian Exibition Group, in attesa del Salone IBE Rimini 2020.
Un’esperienza immersiva nel mondo dell’autobus e l’occasione piacevole per incontrare clienti, giornalisti e colleghi e per offrire l’opportunità di testare in pista quattro nostri autobus da turismo e di effettuare prove di handling per saggiare la manovrabilità dei mezzi. Invito sicuramente apprezzato e accolto dai partecipanti che si sono accomodati con entusiasmo al volante dei quattro modelli in test drive, impegnati initerrottamente sul circuito per soddisfare la curiosità e l’interesse di tutti.
Quattro veicoli che coprono idealmente tutta la gamma di autobus commercializzati da EvoBus, mezzi moderni, dotati delle più avanzate tecnologie per la sicurezza attiva e passiva, come anche dei sistemi per il controllo efficace ed efficiente dei costi, in un’ottica di completa digitalizzazione degli autobus e delle flotte.
“Un giro in Mercedes… :-)” o “Un giro in Setra… :-)”?
Questo era il dilemma, cui davano voce le grafiche ammiccanti sui due Tourismo 16 RHD Mercedes-Benz – da 59 e da 55 posti e sui due Setra ComfortClass S 511 HD e S 515 HD – rispettivamente da 43 e da 53 posti.

Tra un test e l’altro, nel box EvoBus Italia sulla pit lane, il nostro team si è messo a disposizione dei partecipanti per approfondire ogni curiosità tecnologica, con un focus speciale nel corner OMNIplus con il nuovo marchio OMNIplus ON dedicato ai servizi digitali che stanno rivoluzionando tutto il mondo del post vendita: dall’assistenza, all’acquisto, ricambi, alla manutenzione predittiva e molto di più. Questi servizi, su cui Daimler sta investendo con convinzione, permettono la massima efficienza dei veicoli e ottimizzano la reddittività dei mezzi e delle flotte.
Qui le parole di Riccardo Cornetto, direttore commerciale Coach EvoBus, con cui ha raccontato la presenza dei nostri brand a questo evento.

IBE Driving Experience è stata anche l’occasione per confronti su tematiche importanti che riguardano il nostro settore, primo fra tutti la sicurezza.
Abbiamo infatti partecipato a una conferenza organizzata da IEG in collaborazione con ANAV su alimentazioni alternative, sicurezza, scenari europei e novità normative.
Tra i relatori, Riccardo Cornetto che ha illustrato la crescita esponenziale e l’evoluzione impressionante di cui sono statti oggetti i sistemi di sicurezza attiva e passiva sugli autobus, così come le misure per la riduzione dell’impatto ambientale e delle emissioni.
Daimler può vantare un ruolo di pioniere in questo processo: è stato il primo costruttore ad offrire il sistema ABS di serie già nel 1984, a presentare sul Travego Safety Coach del 2002 dispositivi quali ESP, EBS, ABA divenuto solo 10 anni dopo obbligo di legge in una versione semplificata, ovvero l’AEBS, a sviluppare innovativi sistemi per la sicurezza passiva come il Front Collision Guard e a lanciare dall’inizio del 2014 tutta la gamma di veicoli a marchio Mercedes-Benz e Setra in versione Euro 6, in anticipo di mesi rispetto agli obblighi di legge.
L’attenzione alla sicurezza è rivolta a chi viaggia a bordo dell’autobus, ma anche agli attori del traffico cittadino: fra i sistemi più moderni ed esclusivi: ABA4 unico sistema autobus in grado di effettuare una frenata autonoma in caso di attraversamento di un pedone, il Sideguard Assist, ovvero l’occhio elettronico che sorveglia quanto accade sul fianco destro dell’autobus, così come l’Attention Assist, vero e proprio sorvegliante dello stato di attenzione dell’autista alla guida, il DSL limitatore di velocità in discesa che si affiancano ai sistemi di sicurezza passiva , fra cui  la presenza del Front Collision Guard su tutta la gamma dei nuovi turistici monopiano.
Altrettanta attenzione Daimler dedica alla sostenibilità, alla riduzione dei consumi con importanti dispositivi in grado di ottimizzare l’efficienza dei veicoli e alla digitalizzazione, grazie alla quale i veicoli odierni sono altamente connessi e capaci di comunicare in remoto il proprio stato di salute.
Si è poi parlato di futuro, di trasformazione della mobilità, di guida autonama e di sviluppo della trazione elettrica… tutte tematiche su cui Daimler è fortemente impegnato e su cui ha molto da raccontare.
Per concludere, ecco la visione presentata da Riccardo Cornetto sull’autobus del futuro:
“Probabilmente, nel prossimo futuro, sarà ancora un autobus con le ruote… che toccano la strada… (nonostante il nostro velocopter abbia compiuto i primi voli).
A parte questo… credo di potere ipotizzare un autobus più accogliente e attrattivo, più social.
Veri e propri punti di incontro dove l’esperienza di viaggio sarà ancora più piacevole. Quindi spazi ridisegnati in abitacoli dove non sarà magari presente un autista. Veicoli molto più personalizzati nelle forme e dimensioni e sempre più specializzati per tipo di utilizzo. Dotati magari di sistemi di intrattenimento che vadano al di là dell’attuale indicazione delle fermate. Immagino che l’autobus diventerà più flessibile, in grado di modificare i propri tragitti e le proprie fermate in funzione delle chiamate, ovviamente da smartphone o dai dispositivi che saranno in futuro nelle tasche degli utilizzatori…”

Grazie a tutti coloro che ci hanno visitato in occasione di questo evento e appuntamento a IBE 2020, dal 22 al 24 ottobre 2020.

IBE driving experience

IBE driving experience IBE driving experience

 

 

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Clicca per votare questo post!
[Total: 0 Average: 0]