MARZO 2020 – Compie 25 anni Sprinter Mercedes-Benz. L’agile modello della Stella celebrò la sua anteprima il 23 gennaio del 1995. Mercedes inaugurò così una nuova era per i veicoli commerciali leggeri con peso lordo compreso tra le 2,6 e le 4,6 tonnellate: questo segmento di mercato, proprio grazie al costante successo del modello della casa di Stoccarda, è noto da tempo come la “classe Sprinter”.

Protagonista della rivoluzione digitale
A metà degli anni ’90 Sprinter Mercedes-Benz ha anticipato la rivoluzione della digitalizzazione. In un momento in cui quasi nessuno poteva immaginare i volumi che avrebbe assunto la logistica dei pacchi legata al commercio online, il marchio di Stoccarda ha introdotto un veicolo all’avanguardia, completamente rinnovato, che rappresentava la soluzione ideale per questo impiego. Dotato di freni a disco sulle ruote anteriori e posteriori, sistema antibloccaggio ABS con differenziale frenante automatico ABD, carrozzeria ancora più aerodinamica, con bassi consumi e molte altre innovazioni, lo Sprinter fissò nuovi standard di riferimento in termini di sicurezza, efficienza e comfort, guadagnando il titolo di  “migliore nella sua classe”.

Versatile e pieno di talenti
La varietà della gamma è stata eccezionale fin dall’inizio. Era disponibile in versione autotelaio, veicolo cassonato o cassone ribaltabile, rispettivamente con cabina doppia o singola, furgonato o Kombi con cinque o nove sedili, con tetto basso o alto. Il passo poteva spaziare da 3.000 a 4.025 mm, mentre il peso totale ammesso era inizialmente di 2.590, 2.800 o 3.500 chilogrammi. Rappresentava quindi la soluzione ideale per svariati impieghi: nelle attività commerciali, nei cantieri, nei servizi antincendio e di soccorso, come autocaravan e – naturalmente – nel trasporto passeggeri.
Fin dal lancio nel 1995,
Sprinter ricevette un riscontro eccezionalmente positivo dagli esperti. La rivista di settore tedesca “Lastauto und omnibus” nei suoi test lo classificò come il veicolo con il motore più economico e “il più silenzioso attualmente disponibile”. Non fu una sorpresa, quindi, il titolo di “Van of the Year 1995” ottenuto da Sprinter nello stesso anno del suo debutto.
Nel settembre 1995, al salone dei veicoli commerciali di Parigi “Mondial du Transport Routier”, Sprinter si presentò con un peso lordo ammissibile aumentato di 4.600 chilogrammi e con doppi pneumatici sull’asse posteriore; significava che la classe di peso precedentemente riservata ai veicoli commerciali Mercedes-Benz più grandi era ora disponibile anche nello Sprinter più compatto. Negli anni seguenti, Mercedes-Benz presentò anche Sprinter con trazione ibrida plug-in e trasmissione a celle a combustibile.
Diversi restyling e aggiornamenti culminarono in un primo step evolutivo dello Sprinter nel 2006, seguito dalla terza generazione che celebrò il suo debutto nel 2018 con la serie 907 – a trazione posteriore o integrale – e, per la prima volta, anche con trazione anteriore nella serie 910. Espressione della filosofia adVANce, introdotta da Mercedes-Benz Vans nel 2016 come fornitore di soluzioni di mobilità olistica, il veicolo include digitalizzazione, cabina ottimizzata ergonomicamente e innumerevoli innovazioni di sicurezza.

Flessibilità elettrica
A dicembre 2019 Mercedes-Benz ha presentato eSprinter con trazione elettrica.
eSprinter verrà offerto con
potenza di 85 kW (116 CV), trazione anteriore e una capacità della batteria di 47 kWh o 35 kWh. A seconda della configurazione, ci sono diversi payload, intervalli e velocità massime. Lo strumento di consulenza eCharging Planner aiuta gli operatori di flotte a passare alla mobilità elettrica.

Sprinter Mercedes-Benz compie 25 anni

Un veicolo della seconda generazione di Mercedes-Benz Sprinter. La foto è del 2015.

Sprinter Mercedes-Benz compie 25 anni

eSprinter Roadshow, 2019